Categories:

Criptovalute cosa sta succedendo: quale sarà il futuro che le attende?

Facciamo il punto della situazione su cosa sta succedendo alle criptovalute oggi.

La pandemia di coronavirus ha provocato il caos finora: questo come capirai ha innescato shock nei mercati finanziari

Il 12 marzo, ribattezzato come giovedì nero, i mercati globali sono crollati e le criptomonete non sono state risparmiate. 

Dopo tale crollo, culminato con il picco negativo del giorno 16, la criptovaluta ha evidenziato un progressivo e costante rialzo abbastanza inusuale: cosa è successo?

L’impennata delle quotazioni delle crypto non è passata di certo inosservata: la crisi finanziaria scatenata dal Covid-19 ha spinto molti investitori a scegliere le critpovalute come riparo in attesa che passi la bufera.

Tra gli altri fattori che hanno determinato l’aumento di domanda delle crypto abbiamo senza dubbio l’ampliamento della sfera dei potenziali acquirenti di criptovalute con società come PayPal che stanno aiutando ad alimentare la domanda di Bitcoin aprendo le porte a questo tipo di investimento a milioni di persone.

Un’altra partneship di spicco è stata Visa per fornire una carta di credito, attraverso la quale in consumatori vengono premiati con Bitcoin per tutte le spese in grandi aziende e punti vendita come Uber (UBER), Airbnb, Amazon (AMZN) e Nike (NKE).

Previsioni per le criptovalute nel 2021

Il 2020 è stato dunque un anno molto interessante per investire nelle criptovalute: acquistare i Bitcoin e le altre criptovalute potrebbe, pertanto, essere una scelta ponderata anche nel 2021

Per i maggiori esperti del settore le previsioni sono ottimistiche: si pensa che il valore di Bitcoin dovrebbe salire a circa 100.000 dollari nell’anno 2021.

Questo picco massimo dovrebbe essere toccato fra poco più di un anno, vale a dire in vicinanza di Natale 2021.

Dunque le crypto potrebbero rappresentare un investimento dove il rischio è meno elevato di quanto possa apparire.

Le migliori criptovalute emergenti

Tra le critpomonete emergenti abbiamo:

  • Ripple: una crypto abbastanza in controtendenza con le altre. Una valuta digitale bank-friendly nata per migliorare il sistema bancario attuale, non per rimpiazzarlo. Ripple ha raggiunto ben 300 fornitori in 40 paesitra cui spiccano nomi come American Express e Santander.
  • Ethereum: pensate che in questo meseha raggiunto una capitalizzazione di mercato a quota 68.000 dollari, in aumento del 380% rispetto a inizio anno. Nel 2021 probabilmente verrà lanciata Ethereum 2.0 una nuova rete che permetterà agli utenti di godere di numerosi benefici come tenere sempre sotto controllo l’andamento della moneta virtuali e le eventuali operazioni da apportare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *